Musica

CONCERTO D’AUTUNNO:APPUNTAMENTO A TRASTEVERE PER LA ROMA YOUTH STRING ORCHESTRA

L’orchestra d’archi più giovane di Roma si presenta al gran completo per l’evento di stagione, il 31 Ottobre alle 20.30 nella Chiesa di San Francesco a Ripa Grande a Trastevere.

La più antica chiesa francescana di Roma, dove il Santo di Assisi si recava quando veniva nella Capitale per incontrare il Santo Padre, sarà teatro della nuova performance dei ragazzi della RYSO. Non soltanto violini, ma anche viole e violoncelli, questi ultimi preparati dal Maestro  Gaetano Simone, che con i suoi violoncellisti viene da Bari.

Il sodalizio con il Maestro Concertatore Alberto Vitolo, già testato durante la scorsa estate con il Campus tenutosi a Reggio Calabria, ha dato vita a un gruppo di giovani musicisti più numeroso e più ricco anche artisticamente. Un gruppo affiatato che ambisce a grandi risultati… Intanto ascoltiamoli alle prese con il programma della serata, che ai pezzi “di repertorio” dell’orchestra – la Sinfonia al Santo Sepolcro e la Follia di Vivaldi e la Sonata  n. 5 di Domenico Scarlatti- aggiunge il Concerto a 4 violini di Telemann  e il Concerto Grosso di Alessandro Scarlatti.

programma

Nika’s acoustic trio: lei, loro e il blues

Quante bambine dicono che da grandi vogliono fare le cantanti? Poi qualcuna la musica ce l’ha davvero nel sangue. E lo fa veramente.

Come Veronica Kirchmajer, che a dispetto del suo nome da valchiria è una romanissima bellezza mediterranea. Col suo trio “Nika’s acoustic trio”, ovvero la sua voce, un chitarrista e un bassista, si esibisce nei locali della Capitale col suo repertorio blues e soul.

Quando hai iniziato a cantare?

A 11 anni,  frequentando una scuola musicale ho iniziato a studiare pianoforte e solfeggio, poi mi sono interessata al canto intorno ai 16 anni. Facevo parte   di una tribute band con cui facevo cover dei GUNS N’ ROSES, NIRVANA, RED HOT CHILI PEPPERS e altri ancora. Un giorno mi trovavo per caso in un locale di karaoke a Roma e mi sono esibita cantando alcuni pezzi; il proprietario del locale, che si occupava anche di eventi e sfilate di moda mi ha chiesto di collaborare con lui per una serie di date. Le serate hanno avuto luogo in vari locali e locations di Roma per concludere con la serata finale a Piazza Navona.

Perché il blues?

Dopo quell’esperienza, ho deciso di iniziare a studiare canto per perfezionare la tecnica vocale. Credo che la mia vocalità sia particolarmente adatta per uno stile ben preciso, quello della musica blues/soul:  i miei artisti preferiti sono Etta James, Otis Redding, Stevie Wonder, Bonnie Raitt, Amy Winehouse e tanti altri. Grazie all’incontro con tanti musicisti professionisti sono arrivata a formare la mia band, “Nika’s acoustic trio”con Marco Sergi e Marco Pistone. Ed eccoci qua.

Nika's

E quest’estate?

Sto facendo molte serate in giro, sabato 23 luglio siamo a Villa Gregoriana a Tivoli e il 26 suoniamo a Sperlonga.

Roma Youth String Orchestra: un progetto di giovani per crescere con la musica

La musica è sensibilità, passione, amore per il bello. Ma è anche disciplina, studio rigoroso, dedizione. È da questa consapevolezza che nasce il progetto della Roma Youth String Orchestra, voluto e diretto dal Maestro Alberto Vitolo. Di origini napoletane ma da molti anni a Roma, Vitolo ha voluto coinvolgere i suoi alunni di violino in un sogno: quello di far crescere insieme dei ragazzi con l’obiettivo di diventare musicisti professionisti. I “suoi” ragazzi non sono piccoli geni, ma comunissimi adolescenti e preadolescenti che hanno avuto la fortuna di trovare la musica sul loro cammino. Il nucleo dell’orchestra nasce infatti dal gruppo di studenti di violino dell’Istituto Comprensivo Winckelmann: una scuola media statale che da sempre ha nella sezione musicale la sua eccellenza. Allievi delle medie, che spesso hanno iniziato a suonare proprio a scuola e ragazzi più grandi, ormai al liceo, che hanno deciso di continuare a studiare il violino e sentono l’esigenza di condividere la loro passione e fare gruppo. Ed è proprio la dimensione del gruppo il punto di forza

Chiediamo allora al Maestro Vitolo, promotore e direttore artistico dell’orchestra, come nasce l’idea di un’orchestra d’archi di giovanissimi.
“Da molti anni insegno il violino ai ragazzi e molti di loro si sono applicati e hanno condiviso questa mia passione, ma la mancanza di spazi e di occasioni di incontro può togliere l’entusiasmo ai piccoli musicisti. Far parte viva di un’orchestra vuol dire studiare insieme ad altri ragazzi, fare squadra, avere uno scambio tra più grandi e più piccoli, in un confronto che non è solo apprendimento musicale ma anche scuola di vita.

(per continuare a leggere clicca qui: http://www.cinquequotidiano.it/territori/vita-in-citta/2015/11/23/roman-string-youth-orchestra-un-progetto-di-giovani-per-crescere-con-la-musica/)

per informazioni http://www.iolm.it

LOCANDINA AUDIZIONI ORCHESTRA