GARI WYN WILLIAMS

A day in Via Condotti: (extra)ordinary scenes in the heart of Rome By G.Wyn Williams

Io a via Condotti ci sto tutti i giorni. Tutto l’anno. Tutti gli anni. E non mi stanca mai, con la sua bellezza decadente e mai davvero decaduta. Con i suoi bellissimi negozi di lusso adorni di statuari door men più neri del nero. I turisti giapponesi, silenziosi anche in gruppo, coi loro buffi outfit. Le signore romane, sempre un po’ troppo cariche rispetto alle colleghe milanesi, per essere veramente chic. Una via della moda che non tramonterà mai, forse perché veramente di moda non è né mai sarà. Ma è sempre bellissima, in quella specie di ascesa trionfale verso la Barcaccia e la scalinata di Trinità dei Monti, il posto del cuore mio e di tanti altri.

Gari Wyn Williams è gallese all’anagrafe, ma romano dentro e ha saputo cogliere quel mood al contempo pigro e caciarone della mia strada preferita. Potrete guardare questi ed altri suoi scatti qui nel suo sito

http://www.gariwilliams.com/Street-Work/Via-Condotti-Rome/

GARI WYN WILLIAMS, FOTOGRAFO, DA ROMA

GARI WYN WILLIAMS, FOTOGRAFO, DA ROMA

Di base per me Gari è un amico. Cioè, in realtà ci conosciamo pochissimo, quel poco che basta perché scatti un feeling pazzesco. Tipo: sei a una festa sulla spiaggia, una di quelle situazioni belle, tranquille, a piedi nudi, un compleanno in allegria con pochi amici e tanti cocktail…insomma ci siamo ritrovati là.

La prima volta che l’ho visto era in bici con la sua fidanzata, mia amica, io ero seduta a mo’ di zingara sui gradini della Feltrinelli e momenti li faccio cadere tutti e due…ci siamo incontrati sempre in contesti “poco formali”, ancora mi saluta e questo già significa che le vibrazioni positive ci sono tutte.

Certo, avevo commesso il grandissimo errore di crederlo americano. Che stupida. D’altra parte, non sono in grado di riconoscere le provenienze se i non indigeni  mi parlano in inglese, pensa se mi parlano in italiano e pure con accento romanesco. Ma non si è offeso. Potevo mai immaginare venisse da Deiniolen, nel parco nazionale di Snowdonia…nel Galles ?!?

Allora, ci rivediamo al beach party, tra maxi caraffe iper cannucce e stupidera contagiosa…inizia un’escalation di battutacce a raffica. Con la sua fidanzata Elisabetta, la sintonia è comprovata. Dunque non mi vergogno a posare con lei stile ubriachezza molesta per le classiche silly photos da postare su Facebook. Poi mi rendo conto che dovrei vergognarmi, visto che è un fotografo professionista , che vive a Roma da un bel po’, che vanta un portfolio impressionante, che lavora con le piu’ grandi agenzie del mondo e che è stato pubblicato su qualche “rivistina” – guardate sotto che a memoria non ce la faccio.

Le sue immagini sono vivide, danno idea di colore anche quando sono in bianco e nero e gli riconosco uno humour che di britannico ha poco, ma ha tanto di romanesco. Ironico e disincantato, per niente manierato. Mi piace. Andate a curiosare su www.gariwilliams.com, ne vale la pena.

 

I’m from a small village called Deiniolen in the Snowdonia National Park in Wales. I started taking photographs when I was 25. My first work experience was for the local paper “The Caernarfon and Denbigh Herald”, covering football and community events. After leaving South Fields College, Leicester with a HND in Photography I concentrated on shooting stock, mostly travel and business images for Colorific and Pictor in London. For a period I worked for Olympia Publifoto in Rome, one of the main Italian agencies, covering social, current affairs issues and producing travel stock of Italy, with my work being published regularly in the main Italian newspapers and magazines, like Panorama, Espresso, Max, Grazia, D-La Repubblica delle Donne, Corriere della Sera, Progressi Viaggi, Specchio, Oggi, Gente and Gioia. Currently I’m freelancing and producing lifestyle and concept images for my present agencies, Getty Images, Alamy and Mille