Franco Califano

“Che fine hai fatto cantautore”: al Teatro Olimpico la finale del primo Premio Franco Califano

….Che fine hai fatto cantautore
non hai più niente da raccontare
e sentimenti, tu dici solo banalità

Che fine hai fatto cantautore
fissi un prato e poi canti il mare,
da troppo tempo ti confondi pure tu

Roma, 24 ottobre 2016, ore 21.00

Tra nostalgia e nuovi talenti è in scena al Teatro Olimpico la serata finale della prima edizione del Premio Franco Califano: intitolato come una nota canzone del Califfo, “Che fine hai fatto cantautore”, lo show, condotto da Claudio Lippi e Rita Forte, propone al pubblico i 14 finalisti dell’omonimo concorso.

I cantautori si esibiranno dal vivo accompagnati dall’orchestra del maestro Alberto Laurenti, che con Fred Bongusto fu autore di “Che fine hai fatto cantautore”  e di tante altre canzoni di Califano. Laurenti ha voluto fortemente questo premio, che  vuole valorizzare la canzone d’autore e la canzone romanesca in un panorama musicale sempre più piatto e sonnolento, anche a causa dell’imperare dei talent show televisivi. A giudicare i protagonisti della serata – autori SIAE che propongono per l’occasione un pezzo inedito – è una giuria di addetti ai lavori presieduti dal musicista Antonello Mazzeo. Tra loro anche il giornalista Franco Melli, noto ai più per il calcio, ma anche grande amico ed estimatore di Califano, che nelle sue parole  “era e resterà soprattutto un poeta”.

Il concorso premia anche la canzone romanesca assegnando alla migliore il “Premio Roma Nuda”, in omaggio ad un autore come Franco Califano che ha espresso orgogliosamente la sua romanità anche in molte canzoni in dialetto.

In giuria per la prima edizione: il Presidente Antonello Mazzeo (musicista e amico di Franco Califano); Adriano Pennino (compositore, arrangiatore e direttore d’orchestra); Alfredo Saitto (tra i più autorevoli esperti musicali italiani, giornalista, saggista, ideatore di spettacoli multimediali, attivo operatore culturale e autore televisivo); Roberto Gregori (produttore del disco ”Luci della Notte” e “Non escludo il ritorno” oltreché manager di Califano); Ricky Palazzolo (manager nel tempo di artisti come Niccolò Fabi, Marina Rei, Anna Oxa, Emanuele Filiberto e tanti altri); Franco Melli (giornalista e scrittore esperto in letteratura romana), Alfredo Saitto (critico musicale), Lino Fabrizi (ideatore e produttore del Festival della canzone romana), Paolo Silvestrini (biografo, anche del Maestro), e Mario Limongelli (Presidente della NAR Intenational, l’etichetta più rappresentativa dell’opera del Maestro, che produrrà il CD del Premio Califano), Stefano D’Orazio dei Vernice (musicista autore e cantante, caro al pubblico per successi  indimenticabili come “Su e Giù”, “Quando tramonta il sole”, “Solo un Brivido” e tanti altri).