fiction

Rai, Lino Guanciale: è lui la vera star delle fiction

La fiction su Rai Uno è di qualità: tra le sue eccellenze annovera grandi professionisti. Tra questi, l’affascinante Lino Guanciale. Protagonista di numerose tra le recenti fiction di maggior successo, l’attore abruzzese è ora partner di un’altra stella delle serie tv, Vanessa Incontrada, in “Non dirlo al mio capo”. Nei panni del cinico avvocato Vinci, Guanciale è chiaramente destinato a una liaison con la collaboratrice Lisa- Incontrada. Che dire, il phisique du role c’è e già gli ha assicurato una schiera di ruoli da bello, talvolta perfido: lo abbiamo visto come torbido Guido Fossà in “La Dama Velata”; è Ruggero Benedetti Valentini in “Una grande famiglia”; interpreta poi il serioso Guido, alle prese con la irrequieta Azzurra-Francesca Chillemi in “Che Dio ci aiuti” (aspettiamo di rivederlo nella prossima stagione, ndr). Il suo esordio nel genere risale al 2011, con “Il Segreto dell’acqua”. In questo momento presta il volto anche al Sottotenente Michele Grandi ne “Il Sistema”. Insomma, è uno dei volti di punta della produzione attuale di Rai Fiction e la scelta è premiata dal grande successo personale ottenuto. Ha interpretato recentemente “L’Allieva”, dal romanzo di Alessia Gazzola, dove interpreta il ruolo di Claudio Conforti insieme ad Alessandra Mastronardi e Martina Stella. Ma Guanciale vanta un curriculum attoriale di tutto rispetto anche fuori dal piccolo schermo.

(continua su: http://www.cinquequotidiano.it/attualita/intrattenimento/maledetta-tv/2016/05/05/rai-lino-guanciale-la-vera-star-delle-fiction/)

Stasera in tv: Il Sistema, Claudio Gioè e Gabriella Pession tra azione e storia d’amore

Claudio Gioè, il maggiore delle Fiamme Gialle che lotta contro la malavita organizzata della Capitale, e Gabriella Pession, attrice ormai di fama internazionale, tornata a girare in Italia per l’occasione, sono due dei protagonisti della fiction Il Sistema, in onda da lunedì 18 aprile su Rai Uno. A recitare in questa mini serie anche Valeria Bilello, Lino Guanciale, Antonio Gerardi, Thomas Trabacchi.

il-sistema-gioe-611x375

Claudio Gioè

 

I due attori principali hanno interpretato in passato personaggi che si collocavano ai lati opposti della legge rispetto a quelli attuali: la Pession è stata protagonista della serie “Il Capitano”, mentre Gioè ha interpretato Totò Riina. Gabriella ringrazia tutti, dai vertici della produzione alle varie maestranze, e poi afferma che per lei è un ritorno in Rai dopo due anni, ed è anche un ritorno dopo essere diventata mamma. Il suo personaggio è “estremamente reale, ha in sé il buono e il cattivo, il legale e l’illegale…”

 

(continua su     http://www.cinquequotidiano.it/attualita/intrattenimento/maledetta-tv/2016/04/14/sistema-claudio-gioe-gabriella-pession-azione-storia-damore/)

Don Matteo 10: intervista a Simona Di Bella, “Assuntina”

Succede che io vedo preti dappertutto. Sicuramente per la vicinanza “fisica” ai luoghi più frequentati dai religiosi. Però oggi stavo sfogliando pigramente Instagram, mi fermo su una foto, dico che carini ‘sti due… ed erano due attori di Don Matteo! Guardo meglio ed erano il solito (mio) Francesco Castiglione – l’appuntato Barba che finalmente ha fatto sentire la sua voce, in senso letterale – e Simona Di Bella… la mitica Assuntina! Che poi, è una bellissima ragazza, un po’ sacrificata nel ruolo della figliola prodiga che lascia l’università e – combinazione – fa il tecnico dei telefoni. Tra l’altro è la terza Assuntina della serie, apparsa fresca fresca nelle puntate del 2016. Stasera va in onda l’ultima puntata. Devo farle qualche domanda…

Che effetto fa entrare a far parte della famiglia Cecchini? Ovvero, come hai vissuto l’essere l’ultima arrivata in un cast consolidato?
Veramente, anche se sono la new entry della situazione, non mi hanno mai fatto sentire l’ultima arrivata. È il vantaggio di un clima di lavoro sereno e armonioso, dove si respira davvero un’aria di famiglia. Vuoi per gli anni di lavoro insieme, vuoi per la umanità di questi grandi professionisti.

( intervista completa su: http://www.cinquequotidiano.it/attualita/intrattenimento/maledetta-tv/2016/04/15/don-matteo-10-intervista-simona-bella-assuntina/)

Rai Uno, il 7 gennaio riparte Don Matteo: a tu per tu con Francesco Castiglione

Lo incontro a una festa di quelle super mondane piene di gente dello spettacolo. E rimango colpita dalla sua testa da statua antica e dalla voce. Chiacchieriamo; non poteva che essere un attore. E infatti, Francesco Castiglione è attore e autore teatrale. Ci siamo sentiti per un saluto, è in partenza per la sua prima, il 17 dicembre al teatro Rendano di Cosenza, dove porta “Libertà tra musica e parole”, il suo spettacolo sulla Prima Guerra Mondiale. Una messinscena impegnativa, con oltre 100 persone in scena, davanti a un pubblico di 800 persone. Mentre da venerdì 18 a domenica 20 è in scena con “Edith Piaf…tutto deve ancora cominciare” all’auditorium Cavour di Frascati. È un po’ nervoso, Francesco. E allora lo distraggo con un argomento a colpo sicuro: Don Matteo, il parroco che si trova sempre nel posto giusto al momento giusto, ovvero la fiction che da sedici anni appassiona le platee televisive – siamo ormai giunti alla 10ma serie. Chissenefrega, direte voi. Ennò, dico io. Perché Francesco alla fiction con più audience, con 9 milioni di spettatori di media, ci lavora. E ci può togliere qualche curiosità sulle prossime 13 puntate, ovvero 26 episodi, in onda a partire dal 7 gennaio su Rai Uno.

 – Francesco chi interpreti in questa undicesima edizione di Don Matteo?
– Vi svelo in anteprima che ci sarà un nuovo personaggio, l’appuntato Barba. Serioso e di poche parole, sono a stretto contatto del maresciallo Cecchini.

(per continuare a leggere, clicca qui: http://www.cinquequotidiano.it/politica/maledetta-tv/2015/12/15/rai-uno-7-gennaio-don-matteo-anticipazioni-intervista-francesco-castiglione/)

Stasera non si esce, in tv c’è Montalbano!!

Sono stata una camilleriana della prima ora. Dagli “arancini” in poi non ho mai mancato un appuntamento col commissario adorato. Leggevo Vasquez Montalban, ma il piacere che mi danno le pagine dell’autore agrigentino è incomparabile. La lingua che per me è musica, l’umorismo che pervade le storie senza scadere nello sguaiato o nello sberleffo. Così come ho amato e seguito le trasposizioni tv, con quella fotografia splendida e quegli interni decadenti e veri che solo in Sicilia si possono ancora trovare. Piuttosto, il mio attore ideale nei panni di Montalbano sarebbe stato un Adriano Giannini, più sgualcito e fisicamente sornione di Luca Zingaretti, che ha un suo twist più moderno e dinamico. Ma ormai Montalbano è lui per me come per tutti. Ora ci voleva il prequel per saziare quella sete residua di storie siciliane che ancora ci affliggeva…

[per continuare, clicca qui: http://www.cinquequotidiano.it/politica/maledetta-tv/2015/10/12/rai-il-giovane-montalbano-il-ladro-onesto-anticipazioni-trama/%5D

RaiUno, Provaci ancora prof: anticipazioni della 2° puntata

A me stava simpatica pure l’altra, Irene, quando per darsi un tono si metteva quei tailleur terribili col foulard tipo la Thatcher. E anche dopo, nella sua svolta aggressive-milf. Ma la mia passione è sempre stata lei, Veronica, alta dinoccolata e buffa. La adorai già a Sanremo nel 1997, accanto a Vianello e a sua eterna bontà Eva Herzigova. Mi piaceva col caschetto nero, nell’immortale interpretazione di Fosca, che in “Viaggi di nozze” di Verdone ha scatenato empatia in milioni di donne vessate…

L’ALTRA FEMMINILITÀ – Veronica Pivetti mi piace sempre, soprattutto quando la vedo in giro in bicicletta per Roma, persa nei suoi enormi camicioni coi suoi pantaloni larghissimi, la capoccia di ricci e gli occhiali da sole enormi anch’essi. Non mi identifico affatto, semplicemente adoro quella femminilità buffa, irregolare, diversa dall’estetica seriale delle bonazze tirate lungocrinite e sexy fino a sessant’anni. E dunque, sono molto felice che la sua fiction abbia tanto seguito….

(per continuare clicca qui: http://www.cinquequotidiano.it/politica/maledetta-tv/2015/09/17/rai-uno-provaci-ancora-prof-anticipazioni-veronica-pivetti/)

Rai, Anna e Yusef: stasera seconda puntata. Bene Pechino Express

Si conclude questa sera con la seconda puntata la mini fiction “Anna e Yusef: un amore senza confini”, con Vanessa Incontrada e Abdel Bencherif per la regia di Cinzia Th Torrini. Ieri 7 settembre, la riapertura di stagione è stata per la Rai “la serata”. Tra la storia d’amore- instant fiction della rete ammiraglia e i giri per il sud America di “Pechino Express” su RaiDue, si prevedeva un buon totale di share. Mentre il bel Raul Bova su Canale 5 con una commediola buonista di Edoardo Leo, “Buongiorno papà”, che ha ottenuto ben il 14,72%. Chissà se la brevità della fiction di RaiUno – solo due puntate rispetto alle sei di “Un’altra vita” – le varranno ascolti totali così memorabili… intanto il 17.8% della prima puntata non è male. Su RaiDue, Costantino della Gherardesca ottiene il 10,49%: abbandonato il personaggio trasgressivo degli esordi, dopo una bella asciugata al fisico e al linguaggio, è ormai diventato istituzionale… La Rai logora chi la fa o noblesse oblige? Ai posteri la sentenza, in ogni caso con intelligenza e humour Costantino sta costruendo una carriera credibile. Dopo la creazione un po’ condiscendente della aristocratica fake, ricordiamo con affett..azione la Marchesa d’Aragona, edizione dopo edizione “Pechino Express” si conferma un personaggificio. Quest’anno ci tocca la “storia d’amore” tra Yari Carrisi e Naike Rivelli…

(per continuare clicca qui: http://www.cinquequotidiano.it/politica/maledetta-tv/2015/09/08/rai-anna-e-yusef-seconda-puntata-bene-pechino-express/)