Emilio Sturla Furnò

NOBLESSE OBLIGE: a noi, la Grande Bellezza ci fa un baffo

Quando a Ève va di curiosare…si concede una seratina leggera leggera a Roma, nella “splendida cornice” del Palazzo del Marchese Ferrajoli (quello vero), con amici e conoscenti borghesi, nobili e aspiranti.. al titolo. Un circo equestre che Sorrentino ha dipinto egregiamente nel suo film da Oscar. Decadente? Forse, anzi sicuramente, ma ci facciamo certe risate…

Ad accoglierci il buon gusto di Emilio Sturla Furnò e la penna certificata di Lucilla Quaglia. La marchesa d’ Aragona che parla…

Ammettiamolo, ne sa piu’ da sola di un filosofo, di un sociologo della comunicazione e di molte titolate vere messi insieme. Nonostante oltre sessant’anni di Repubblica, la nostra biondissima lady ha capito che agli italiani piace ancora la favola e ci gioca su. La conosco, la conoscono in molti e mi sta pure simpatica. Sa avere il giusto tono a seconda dell’interlocutore. E non è sintomo di intelligenza questo? Non è svenevole e mai autoreferenziale quando non è in tv.

Chapeau per come porta abiti, scarpe ed età. Da donna a donna ammetto che è bella. Non mi piace in stile meringa come il personaggio le impone alle feste in giro per Roma, mi piace di più quando è più sobria, magari  in tailleur.

Apprezzo l’ironia con la quale propone il suo nome d’arte nonostante la messa alla gogna dall’intero Libro d’Oro della nobiltà: al Circolo della Caccia probabilmente non la si vedrà mai e allo Smom nemmeno,  ma.. le importa? intanto si fa fotografare con tutti. Anche con Eve! Gode del suo quarto d’ora di celebrità multimediatica che da brava imprenditrice saprà prolungare ancora un po’, siatene certi.

E’ ammirevole nella costruzione del suo personaggio. Sa benissimo che le lezioni di bon ton – che tante aristocratiche per nascita impartiscono per la triste necessità di mantenere il castello – non servono, basta guardare un bel film anni ‘50 e rubare con gli occhi da chi ha stile riconosciuto. E l’affettazione, in un mondo di maleducate, fa istantaneamente nobile. Anche se il vero aristocratico è scuole inglesi cultura e scarpe bucate. Ma la gente che ne sa…

Que mas? Nel suo genere è fantastica, anche se Costantino della Gherardesca et similia hanno quella certa disinvoltura…l’aristocrazia è un’altra cosa e lei lo sa benissimo!

Il momento più bello? Incontrare per caso il M° Roberto Ferri tra le strade del centro di quella Gran Bellezza di Roma.

Paola Romano alla Philobiblon Gallery

Ieri a Roma: l’apertura della nuova sede romana della Philobiblon e il vernissage dell’Artista della Luna: Paola Romano. Doppio appuntamento organizzato sotto l’impeccabile regia di Emilio Sturla Furnò, garanzia di eleganza e buon gusto.

La Philobiblon Gallery, sotto il marchio Philobiblon, nasce dal progetto maturato dall’incontro del libraio antiquario Filippo Rotundo e del direttore di casa d’aste Matteo Ghirighini; la nuova sede è in una bellissima villa dei primi anni del’900, nel cuore del quartiere Parioli e si propone come spazio dedicato all’esposizione di raccolte monografiche e tematiche e alla vendita di arte antica, moderna e contemporanea.

La mostra raccoglie una trentina di opere tra dipinti e sculture, aventi il tema delle fortunate fasi lunari, ma anche paesaggi dell’immaginario, sculture in bronzo e in plexiglass che sembrano asteroidi nello spazio e le nuove opere dell’ultimo ciclo dette Drappi – che l’artista chiama “confidenzialmente “ le “Pezze”- anch’esse, ovviamente, di derivazione lunare.

Paola Romano, artista vivace e talentuosa, non poteva non ricevere i suoi invitati in un salotto migliore. Lei, lì, simpatica e scherzosa, ad accogliere amici ed amiche (di luna vestite)…

Raffinati capi in pelliccia per le nuove “veneri in visone”

Bella gente alla presentazione della Collezione Autunno Inverno 2013/14 dello stilista Roberto Cagnetta presentata giovedì 19 Settembre presso l’Antico Circolo Tiro a Volo di Roma.

Ph. Fazio Gardini & Patrizia Santangelo

Moda e mondanità riunite dal press agent Emilio Sturla Furnò. A fare gli onori di casa il presidente del Circolo Michele Anastasio Pugliese. Tra i trecento invitati: Adriana Russo, Sandra Cioffi Fedi, Mara Parmigiani Alfonsi, Silvana Augero, Eleonora Vallone, Fanny Cadeo, Roberta Beta, Maria Monsè, Manon Umbertelli, Nadia Bengala, Lilian Ramos, Bianca Maria Lucibelli Caringi, Carla Montani, Betta Scarpa, Maridì Vicedomini, le blasonate Irma Capece Minutolo, Cetti Lombardi Satriani, Monica Augusta, l’artista Paola Romano, le psicoterapeute Irene Bozzi e Mariolina Palumbo, la scrittrice Rosetta Romano Toscani, la pr Pupa Guidi, il maestro Isabella Ambrosini, Erika Gottardi, le giornaliste della tv Camilla Nata, Stefania Giacomini, Lisa Marzoni, Silvia Bertoni e Veronica Gatto. L’attore Clayton Norcross, il sensitivo inglese Craig Warwick, i principi Guglielmo Giovanelli Marconi e Alessio Ferrari Angelo-Comneno, il marchese Giuseppe Ferrajoli, Alex Partexano, lo stilista Massimo Bomba, il presidente di Vitattiva Alfonso Rossi, lo scultore Giulio Gorga, l’editore Massimiliano Piccinno….e naturalmente io.

LUNA PREZIOSA

Gioielli d’arte e divini mondani si incontrano in una delle location piu’ prestigiose della Capitale: a un passo dal salotto di Roma, piazza di Spagna, Paola Romano ci accoglie con i suoi gioielli presso l’Atelier Curti.
Grazie all’iniziativa della manager culturale Marzia Spatafora, l’ispirazione artistica della Romano è diventata preziosa di pietre dure – lapislazzulo, giada, tormalina, turchese – a creare con l’argento collier, orecchini e anelli.
L’occasione ideale per due chiacchiere tra le ladies piu’ in vista di Roma.

http://www.arteromano.net

http://www.giadacurti.it

http://www.emiliosturlafurno.it

… metti una sera a Palazzo Tittoni

 

… in attesa del prossimo concerto del Maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli:

Astrologia tra mito e realtà

h1

Massimo Bomba tra l’attrice Ida Di Benedetto e CriCri

79f74086_o

Il Principe Alessio Ferrari Angelo-Comneno, presidente dell’Accademia Angelico Costantiniana con Didi Leoni, Massimo Bomba e l’artista Giulio Gorga.

h3

Ancora una “peste” con Didi Leoni

h2

Massimo Bomba, il Press Agent Emilio Sturla Furnò e CriCri

La Papessa.CDR

“L’astrologia, secondo me, è una grande signora, molto bella e venuta così da lontano che non posso fare a meno di sottomettermi al suo fascino. (da Astrologie moderne n. 12, 1954 – André Breton )”

La frase di Breton è la prima cosa che mi è venuta in mente quando ho saputo della conferenza di Massimo Bomba. Stilista, artista a tutto tondo e studioso sistematico dell’Astrologia. La conferenza è stata organizzata dall’Accademia Angelico Costantiniana di lettere arti e scienze, brand di diffusione culturale ed artistica di serietà e qualità. “Astrologia tra mito e realtà, le verità celate”. Giovedì 7 febbraio 2013. Palazzo della Rovere – Hotel Columbus – Via della Conciliazione, 33 – Roma