Didi Leoni

Derby-Day … & Night

130° Derby Italiano Better, Ippodromo delle Capanelle, cielo azzurro e colori in libertà tra mises e cappellini delle ladies romane che hanno gareggiato in originalità per la Hat Parade e per il Concorso di Eleganza Longines. Capannelle con Koefia per il sesto anno consecutivo e Koefia con l’Ambasciata d’Indonesia per presentare la realizzazione del progetto batik partito qualche mese fa… Ève c’era, è stata anche in giuria…ricordate? (vedi articolo…)

In tutto questo mostrarsi, fare e sfilare…le corse dei cavalli, qualcuno le ha seguite? Ma, sì, io!!! …anche se mi è sfuggito che puntare sul nome carino non è una strategia vincente….

Bellissima giornata, tutto perfetto e anche il caldo era…giusto. Quasi in stile con il tema batik la mia casacca in seta, firmata Claude Re. Lui ha la boutique in via Cola di Rienzo, fateci un salto, anzi vi accompagno se volete, è un divertimento e ormai sono di casa tra le sue creazioni. Dicevo…ottima occasione per sfoggiare un cappellino sobrio,ma sobrio in un sobrio accostamento di arancio e verde.

La serata è continuata nel ricevimento capitolino più chic nella bellissima Villa in stile palladiano dei conti Vitetti. Se non ci credete, provate a vedere la puntata di Didi su Leonardo!

H3 Heads

HOWTAN RE

dal 14 maggio al 2 giugno 2013

Vicolo del Polverone 3, Roma

Architect, born in Tehran in 1974, Howtan and his two brothers were taken to Rome by their mother in 1979, when the Shah was overthrown. Since 1986 he has alternated between living in the United States and Italy.
Although deeply interested in photography since he was 12 years old, he did not consider becoming an artist until he met Professor Achille Bonito Oliva in 2003. Dr. Oliva, professor of contemporary art at the La Sapienza University in Rome, director of the 43rd Venice Bienniale and an important art critic, saw Howtan’s photographs and urged him to exhibit them.
The artist’s first body of work, “Hell & Paradise,” was largely inspired by his life in Roman society. Its poignant images and symbolic use of blood, water, flowers and feathers comment on contemporary women: their joys, their suffering, and the sometimes disastrous consequences of their stressful lifestyles.
Noting the bicultural background of the artist, Dr. Oliva feels that “Hell & Paradise” refers to “two opposite and complementary worlds, a dualism present in the spirit and personality of the artist himself.” The artist’s elegant photographic sets reconstruct situations where emotions are recreated visually “to defuse the drama of inner suffering and experience a feeling of pleasure and liberation.”

Ève, un cellulare, una grande giornalista e un cacciatore di emozioni, buona visione:

Pleased to meet The Artist

Io non credo affatto che l’importante sia partecipare. Ma stavolta per me poter prendere parte a un evento lo è stato. Parlo del vernissage dell’artista figurativo unanimemente riconosciuto come il più brillante del nostro paese.

Come potevo non essere conquistata dai suoi dipinti? Espressione poetica altissima, figure umane di un realismo sconvolgente, l’eroismo delle pose come nelle tele dei grandi del passato. Mani e piedi perfetti, e non è facile, eh! Composizioni oniriche e piccoli misteri da scoprire in ogni centimetro dei suoi quadri.

… poi lo incontri, Roberto Ferri, classe 1978, coppola e sorriso. Ti aspetteresti un artista scorbutico ed introverso, invece Roberto è un giovane gentiluomo del Sud che vive e dipinge a Sutri. E’ un onore conoscerti “Artista”!

LUNA PREZIOSA

Gioielli d’arte e divini mondani si incontrano in una delle location piu’ prestigiose della Capitale: a un passo dal salotto di Roma, piazza di Spagna, Paola Romano ci accoglie con i suoi gioielli presso l’Atelier Curti.
Grazie all’iniziativa della manager culturale Marzia Spatafora, l’ispirazione artistica della Romano è diventata preziosa di pietre dure – lapislazzulo, giada, tormalina, turchese – a creare con l’argento collier, orecchini e anelli.
L’occasione ideale per due chiacchiere tra le ladies piu’ in vista di Roma.

http://www.arteromano.net

http://www.giadacurti.it

http://www.emiliosturlafurno.it

Astrologia tra mito e realtà

h1

Massimo Bomba tra l’attrice Ida Di Benedetto e CriCri

79f74086_o

Il Principe Alessio Ferrari Angelo-Comneno, presidente dell’Accademia Angelico Costantiniana con Didi Leoni, Massimo Bomba e l’artista Giulio Gorga.

h3

Ancora una “peste” con Didi Leoni

h2

Massimo Bomba, il Press Agent Emilio Sturla Furnò e CriCri

La Papessa.CDR

“L’astrologia, secondo me, è una grande signora, molto bella e venuta così da lontano che non posso fare a meno di sottomettermi al suo fascino. (da Astrologie moderne n. 12, 1954 – André Breton )”

La frase di Breton è la prima cosa che mi è venuta in mente quando ho saputo della conferenza di Massimo Bomba. Stilista, artista a tutto tondo e studioso sistematico dell’Astrologia. La conferenza è stata organizzata dall’Accademia Angelico Costantiniana di lettere arti e scienze, brand di diffusione culturale ed artistica di serietà e qualità. “Astrologia tra mito e realtà, le verità celate”. Giovedì 7 febbraio 2013. Palazzo della Rovere – Hotel Columbus – Via della Conciliazione, 33 – Roma